Il Centro Mondialità Sviluppo Reciproco di Livorno per il terzo anno consecutivo ha scelto due volontarie in Servizio Civile per collaborare con l’ONG partner in Tanzania.

Le ragazze si trovano nella regione di Dodoma e si occuperanno di monitorare i progetti educativi, agricoli e sanitari coordinati da entrambe le Associazioni.

Conosciamole meglio!

“Ciao io sono Valentina, ho 25 anni e vengo da Torino. Ho concluso il mio percorso di studi triennale a luglio 2018 in Scienze Internazionali dello Sviluppo e della Cooperazione. Prima di proseguire con il mio percorso formativo, volevo un’opportunità che mi collegasse al mondo delle ONG e dei progetti in un paese che fosse culturalmente diverso dal mio di provenienza.

Sono molto contenta di essere qui in Tanzania e poter vivere un anno in un contesto così diverso da quello in cui sono cresciuta, per conoscere la lingua e le usanze di questo paese. Mettermi a confronto con un ambiente così differente, penso mi porterà ad avere una nuova apertura mentale.

È un’esperienza di vita che consiglio!”

“Ciao, sono Giulia, anche io ho 25 anni. Vengo dalla provincia di Milano, ma negli ultimi due anni ho vissuto a Venezia, dove mi sono specializzata come assistente sociale soprattutto nei campi delle politiche migratorie, del genere e del lavoro. Questa non è la mia prima esperienza in Africa: sono già stata in Mali e più di una volta in Kenya, dove l’anno scorso ho svolto il mio tirocinio accademico nello slum di Korogocho, a Nairobi.

Ho scelto di partecipare al servizio civile all’estero per avere l’opportunità di sperimentare – e sperimentarMI – per un periodo di tempo più lungo in un Paese straniero e per vivere un’esperienza che mi consentisse di affrontare la mia quotidianità e il mio lavoro senza fretta e con continuità.

Ma soprattutto ho deciso di partire per servire, non solo nel senso di prestare un servizio, ma anche di essere utile: prestare le mie competenze in un progetto e vederlo crescere.

E, ovviamente, condividere, conoscere, imparare, capire, migliorare in tutto quello che posso.